al servizio Amazon’s S3 (Simple Storage Service). Tra i siti che hanno sofferto dell’interruzione dei servizii vi sono Docker, Giphy, Grammarly, Hacker News, IFTTT, Imgur, Mailchimp, Medium, Quora, Signal, Slack, Trello, Twilio, Twitch e Yahoo! Mail.  Shawn Moore, CTO di Solodev, stima che quasi il 20% di Internet è stato influenzato da un’interruzione di Amazon.